Banner - Loghi_edited.jpg

Food

La domanda di cibo crescerà del 60% nel 2050, al contempo le prime stime fatte dalla FAO per il Food Loss Index ci dicono che circa il 14% del cibo mondiale va perso nella fase post-raccolto fino alla
vendita. Il mercato europeo dell'agricoltura intelligente (smart agriculture) crescerà rapidamente in un breve lasso di tempo, le previsioni degli esperti si assestano sui 6,6 miliardi di euro entro il 2023. L’obiettivo di questa trasformazione è un aumento della produttività e una riduzione degli sprechi.

Acqua e terra sono gli elementi essenziali che con il sapere umano hanno consolidato il nostro territorio rendendolo uno dei più produttivi con sicurezza idraulica e distribuzione irrigua sempre più efficienti. Il nostro territorio è fortemente caratterizzato da un fitto reticolo di canali di bonifica e di irrigazione, la cui costruzione nel corso dei secoli ha accompagnato lo sviluppo socio-economico provinciale e plasmato l’assetto idraulico-territoriale
e paesaggistico a tutti noto.

Water

Ai partecipanti dell’hackathon viene richiesto di sviluppare soluzioni innovative per la valorizzazione e ottimizzazione del ciclo dell’acqua e/o sistemi intelligenti per la riduzione degli sprechi e l’aumento della produttività nel settore agricolo.

Gli obiettivi dell'evento

La nostra proposta è un hackathon a tema “Water and Food” per permettere alla cittadinanza, in primo luogo, di conoscere e approfondire l’argomento e poi di confrontarsi in uno scambio di idee e progetti concreti.

L’evento si svolgerà presso UrbanHub Piacenza il 17-18 Settembre 2022, sviluppandosi nell’arco di due giornate. Durante la prima si terranno conferenze e panel discussion con un duplice obiettivo:

 

  • formare i partecipanti sull’argomento specifico della valorizzazione del ciclo dell’acqua, della sua trasformazione e della riduzione degli sprechi di cibo in contesto agricolo

  • sensibilizzare all’importanza dei metodi e tecniche comunicative


Questo include un lavoro sulle modalità di presentazione del progetto, ma anche l’apprendimento di alcuni aspetti chiave di software e strumenti per la grafica.

La fase successiva è il lavoro in gruppi, allo scopo di sviluppare un progetto che possa aiutare nella gestione o soluzione del problema. Questa attività in squadre ha uno sguardo prettamente pratico e tra i suoi obiettivi c’è il coinvolgimento di ambienti e realtà piacentine all’interno dell’elaborato di ogni gruppo.

Il tutto si concluderà con una restituzione pubblica dei progetti, a fianco di un documento conclusivo che possa raccogliere tutti gli spunti che hanno portato alla nascita dell’idea, nonché le possibilità implementative.

Gli spunti di discussione

Partendo dall’impiego dell’acqua anche ad uso agricolo, si analizzino:

- Le esternalità positive e il valore intrinseco
di un paesaggio rurale caratterizzato da canali sempre alimentati

- Il valore di un uso razionale ed oculato della risorsa idrica irrigua, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, riflettendo dunque su nuove metodologie e soluzioni innovative per:

> gestione efficiente e supporto ai sistemi decisionali della distribuzione irrigua
> mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici
> produzione di energia sfruttando acqua, sole e vento nei pressi di dighe, canali e impianti

nell’ambito di un programma di certificazione ambientale volontaria per l’istituzione di un marchio di qualità dei prodotti agricoli e agro-alimentare (modello Goccia Verde di ANBI - Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue) con la finalità di valorizzare il ciclo dell’acqua e le ricadute produttive, sociali, ambientali e occupazionali generate.

Nel contesto peculiare del cambiamento climatico che ha ridotto a livello europeo la quantità di terreno disponibile per l’agricoltura, riflettere su:
 

  • applicazione di smart technologies alla pratica dell'agricoltura;

  • monitoraggio e riduzione degli sprechi nella fase post-raccolto;

  • monitoraggio umidità del suolo;

  • valutazione della salute delle piante;

  • monitoraggio dei parassiti e altri fattori che influiscono sulla salute delle colture;


con la finalità di prevenzione della morte del raccolto e massimizzazione dei risultati della coltura.

Il premio

Urban Hub Piacenza ospita nei suoi spazi il “Food and Water” Hackathon nel ruolo di incubatore di startup innovative del territorio di Piacenza, supportando l'evento dalla fase di definizione dei temi di discussione, al coinvolgimento di relatori e della community di startup del territorio, alla selezione e votazione delle idee più innovative in quanto membro della giuria, e infine offrendo in premio un percorso di incubazione di 3 mesi per la validazione dell’idea (attraverso il PoC Proof of Concept) e il supporto alla costituzione della Startup per un valore di € 2.000.

UH - Foto.png